• Tradizioni  - Scopri il territorio del consorzio

    Tradizioni

    Scopri il territorio del consorzio

  • le meraviglie del Consorzio - visita il nostro territorio

    le meraviglie del
    Consorzio

    visita il nostro territorio

Nurallao

Il paese dalle tante risorse naturali


Vai alla news IX Sagra del Tartufo - Laconi 18 Giugno 2017

IX Sagra del Tartufo - Laconi 18 Giugno 2017

31.05.2017 - Nel suggestivo [b]Centro Storico[/b [...]

Vai alla news Corsi Accademia Casa Puddu

Corsi Accademia Casa Puddu

20.12.2016 - Le procedure di registrazione si so [...]

Vai alla news Manifestazioni di interesse per il Progetto “ItinerarIddocca

Manifestazioni di interesse per il Progetto “ItinerarIddocca

08.11.2016 - [b]Avviso per l'acquisizione di man [...]

Vai alla news Percezione e Illusione

Percezione e Illusione

27.01.2016 - [b]Il consorzio turistico Sa Perda  [...]

Vai alla news Girotondo in Sardegna

Girotondo in Sardegna

09.11.2015 - Il Consorzio Turistico sarà presen [...]

Situato a circa 80 Km da Cagliari, lungo la S.S.128 incrocio S.S. 197, riparato fra due colline di rocce calcaree (Cruccurìga e Tàccu), Nurallao è un centro del Sarcidano di circa 1500 abitanti, spartiacque tra la vasta piana del Campidano e i territori tipicamente agropastorali dell´interno.

Ricco di sorgenti e corsi d’acqua, il Parco naturale di Funtana Is Arinus, meta suggestiva di numerosissimi turisti, caratterizza il piccolo centro collinare del Sarcidano.

Nurallao fino agli anni 50 era rinomata per la produzione di calce, tegole e “broccas”. Tali prodotti venivano esportati in tutto il campidano di Cagliari e Oristano.
Oggi è possibile visitare diversi siti testimoni di tale attività. Di particolare interesse il reperto di archeologia industriale di Funtana 'e susu, vecchio stabilimento per la produzione di calce.

L’allevamento e l’agricoltura sono i settori trainanti dell’economia con una significativa presenza di colture di ortaggi, mentre l’apicoltura con la produzione di miele di ottima qualità, ha ottenuto importanti riconoscimenti a livello regionale e nazionale.
Circa 50 ettari del territorio sono legati invece ad attività estrattive, con importanti giacimenti di argille refrattarie e caolino

L’archeologia testimonia in ogni periodo la presenza umana costante nel territorio; originale ed importantissima per gli studi del settore è la tomba di Aiodda, della prima Età del bronzo, nella quale si trovano riutilizzate numerose statue menhir.
Oltre alla chiesa parrocchiale dedicata al patrono San Pietro Apostolo, è presente la chiesa campestre dedicata alla Madonna della Strada.

Sito web Comune di Nurallao

Nurallao
Nurallao
Nurallao
Nurallao
Nurallao
Nurallao